Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Domenica 24 novembre Paolo  Baratta e Ralph Rugoff chiudono
i “Meetings on Art” in un dialogo con i visitatori
a seguire presentazione del volume “Esposizione Internazionale d’Arte, La Biennale di Venezia, 1895-2019”
Incontri, dibattiti e performance animeranno gli ultimi giorni di apertura della 58. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia. Inserita nel contesto dei Meetings on Art, e dopo il grande successo ottenuto a maggio con le performance inaugurali, la settimana di chiusura della Biennale Arte 2019 darà vita a una serie di nuove performance con programma giornaliero che si svolgeranno tra il Teatro alle Tese e il Teatro Piccolo dell’Arsenale.

Il programma amplia il tema della 58. Esposizione Internazionale d’Arte, dal titolo May You Live In Interesting Times, e  include artisti che stanno segnando ‘la performance’ di ultima generazione:

Tarek Atoui, partecipante alla 58. Esposizione Internazionale d’Arte, fonde musica e arte contemporanea per sviluppare nuovi approcci all’ascolto attraverso performance partecipative e collaborative. In una serie di conferenze performative e sessioni d’ascolto, Vivian Caccuri, Bo Zheng, Cooking Sections, Vivien Sansour e Invernomuto affrontano i temi della bio-politica e più ampie questioni ecologiche, dalla terra fino al mare e al corpo umano. Attraverso una nuova collaborazione, Paul Maheke, Nkisi e Ariel Efraim Ashbel mettono in evidenza geografie diasporiche, saperi ancestrali e domande sulla visibilità e invisibilità delle voci spesso marginalizzate nella storiografia dominata dal punto di vista occidentale. Preso nel suo insieme, il programma di performance apre nuove e complesse letture del passato e del presente, nonché di un potenziale futuro (organizzazione artistica Aaron Cezar; con il supporto aggiuntivo di Arts Council England e Delfina Foundation).

«La Mostra May You Live In Interesting Times dà risalto all’arte che esiste tra categorie e generi convenzionalmente accettati – spiega Ralph Rugoff – e mette in discussione le ragioni che stanno dietro il nostro modo di pensare per categorie. Il programma di performance rappresenta questo tipo di approccio, testando le convenzioni estetiche, comportamentali e sociali in un’ampia gamma di eventi.»

Domenica 24 novembre il Presidente della Biennale Paolo Baratta e il curatore Ralph Rugoff incontreranno i visitatori in una conversazione sulla Biennale Arte 2019.
Al termine del dibattito Baratta presenterà il volume Esposizione Internazionale d’Arte, La Biennale di Venezia, 1895-2019, che raccoglie informazioni dettagliate su tutte le edizioni dell’Esposizione Internazionale d’Arte dal 1895, anno della sua fondazione, ad oggi. Il volume, edito dalla Biennale di Venezia, è a cura dell’Archivio Storico della Biennale.

PROGRAMMA
Domenica 17 novembre Teatro alle Tese 2
15.00 Tarek Atoui, Mirror Reverse (2019) (50-60 min.)

La pratica artistica di Tarek Atoui (artista partecipante alla 58. Esposizione Internazionale d’Arte) fonde musica e arte contemporanea per sviluppare nuovi approcci all’ascolto attraverso performance partecipative e collaborative. Con i suoi ambienti complessi, l’artista mette in discussione le nozioni di performance, collaborazione e installazione.
Con Mirror Reverse, Tarek Atoui presenta un brano di 20 minuti che si ripete due volte e sul quale due interpreti/improvvisatori cambiano ruoli e strumenti a ogni ciclo. Il punto di partenza di questo pezzo è Quote from the Reverse Collection, il progetto di Atoui attualmente in mostra della Biennale Arte 2019.
Prune Bécheau e Adrian Smith improvviseranno insieme alle registrazioni audio della Reverse Collection e suoneranno l’Hybrid Violin, uno strumento di Leo Maurel, parte del progetto di Atoui.

Venerdì 22 e sabato 23 novembre Teatro alle Tese 3
Performative lectures
Una serie in tre parti di conferenze performative e sessioni di ascolto che affrontano
i temi della bio-politica e più ampie questioni ecologiche.
11.30 – 12.30 Parte I
Bo Zheng, Plant Sex Workshop (2019) (25 min.)
Pausa di 10 min.
Vivian CaccuriMosquitoes Also Cry, (2018) | The Fever Hand (2019) (25 min.)
Pausa di 30 min.
13.00 – 14.00 Parte II
Cooking SectionsCLIMAVORE: On Tidal Zones (2018) (25 min.)
Pausa di 10 min.
Vivien Sansour, Autonomia (2019) (25 min.)
Pausa di 30 min.
14.30 – 15.30
Parte III
Invernomuto, Black Med: Chapter IV (sessione d’ascolto) (2019) (50 min.)
Teatro Piccolo Arsenale
18.15
Paul Maheke, Nkisi e Ariel Efraim Ashbel, Sènsa (2019) (30 min.)
Attraverso il suono, la luce e il movimento, Sènsa mette in evidenza geografie diasporiche, lo spostamento della conoscenza e le domande sulla visibilità e invisibilità del corpo nero nello spazio pubblico.
Domenica 24 novembre Teatro alle Tese 11.30
Meetings on Art | Conversazione tra Paolo Baratta e Ralph Rugoff
a seguire
Presentazione del volume Esposizione Internazionale d’Arte, La Biennale di Venezia, 1895-2019
Paolo Baratta presenta l’Annuario Esposizione Internazionale d’Arte, La Biennale di Venezia, 1895-2019, edito dalla Biennale di Venezia, a cura dell’Archivio Storico della Biennale (ASAC)
Gli incontri sono accessibili al pubblico che visita la 58. Esposizione Internazionale d’Arte in possesso di regolare titolo di ingresso
Il programma dettagliato è consultabile su https://www.labiennale.org/it/agenda